Matrimonio: Usi e Costumi e tanta dolcezza.

Al mondo sono pochi gli atti, che da noi svolti, possono essere più belli e più puri del matrimonio. La parola “sposare” deriva dalla parola greca per “pegno“, e questo è esattamente ciò che significa Matrimonio. Il matrimonio è l’impegno che dura per tutta la vita, a prescindere da quale paese o in che cultura si svolga. Sposarsi significa darsi in pegno ad un’altra persona, senza riserve o eccezioni. Il matrimonio è la promessa più solenne che potremo mai fare nella nostra vita.

Tradizionalmente la Promessa di Matrimonio viene fatta di fronte a parenti e amici testimoni del nostro grande impegno, come esseri amorevoli e fedeli l’uno all’altro.  E’ la più importante di tutte le promesse umane, e allo stesso tempo la più sublime.

Il matrimonio porta con sé la più solenne delle promesse, ma incarna anche il potenziale per la più grande gioia dell’esistenza umana – il puro gaudio che scaturisce da due cuori che battono come uno solo. Ci sono poche gioie nella vita pari a quella che sgorga dal pozzo del vero amore e di un matrimonio duraturo.

Se siamo fortunati, troviamo la nostra unica, vera anima gemella.

Abbiamo anche un termine per questo: anime gemelle. Due persone,  distinte ma allo stesso tempo inestricabilmente parte gli uni degli altri, così in sintonia con i desideri e le esigenze gli uni degli altri che spesso le parole non sono necessarie.

Se siete arrivati a questo punto, se state leggendo questo articolo, potete ritenervi fortunati. Ma che ne dite di esplorare più a fondo, questo meraviglioso mondo, fatto di solenni promesse e di eterna passione?

Navigando in rete sono capitata in un sito, World Wedding Traditions ,davvero delizioso, che raccoglie le tradizioni e i costumi più significative del Matrimonio, dalle parti più svariate del globo. Oggi con voi voglio condividerne alcune dell’Europa Occidentale. Nella speranza che vi siano d’ispirazione lungo questo dolce cammino.

Le tradizioni legate alle Nozze dell’Europa Occidentale sono varie quanto i paesi che compongono l’intera regione – dall’Irlanda verso l’Italia, dal Portogallo alla Svizzera e tutto il resto, le meravigliose, colorate tradizioni nuziali dell’Europa Occidentale occupano quasi un quarto del nostro mondo.

  1. L’anello di fidanzamento – una delle più antiche tradizioni occidentali- è ancora oggi uno degli elementi più importanti a comparire nella morfologia del Matrimonio.  Fu nel lontano 860 d.C., che Papa Nicola I proclamò che per sigillare e rendere valido il matrimonio, era necessario un anello di fidanzamento, che doveva essere realizzato in oro, in modo tale da simboleggiare che lo sposo era disposto a fare un sacrificio finanziario per la sua futura sposa, e che era pronto a prendersene cura. Ci sarebbero voluti altri 617 anni prima che a questa tradizione si fosse aggiunto anche un altro elemento, simbolo di amore duraturo ed eterno. Era l’anno 1477, quando re Massimiliano si presentò da Maria di Borgogna con un anello di fidanzamento con tanto di diamante. Da quel giorno a questa parte i diamanti sono i migliori amici delle ragazze.
  2. La tradizione dell’anello di fidanzamento ha preso vita per prima in Italia e poi si espanse in tutto il resto del continente, come un’altra dolcissima tradizione: la Torta Nuziale. Nel primo secolo a.C., infatti, una torta simbolica o un pezzo di pane venivano rotti sulla testa della sposa per assicurare prosperità e fertilità. 
  3. La tradizione del Testimone dello Sposo, invece, trova la sua origine nella Germania Medievale quando, delle volte un uomo era costretto a rapire la sua futura sposa, e cercava il supporto del suo amico più forte e fedele, per difenderlo da ogni intralcio o ostacolo e per assisterlo come testimone durante le nozze.
  4. Qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato, qualcosa di blu.E’ in Inghilterra che però, le tradizioni più durature e significative hanno trovato la loro origine. Come l’antica filastrocca che parla del qualcosa di vecchio, qualcosa di prestato, qualcosa di nuovo e qualcosa di blu, che ormai è diventata parte integrante dei matrimonio occidentali, malgrado non tutti conoscano il reale significato della rima: “Something old is symbolic of continuity. The old item was often a piece of lace or a grandmother’s scarf or an old piece of jewelry. Something new signifies hope for the future, and can be anything from a piece of clothing to the wedding band itself. Something borrowed is symbolic of future happiness and is often provided by a happily married friend of the bride. And finally, something blue. In ancient times blue was the color of purity and often both the bride and the groom wore a band of blue cloth around the bottom of their wedding attire.” (Traduzione: Qualcosa di vecchio è il simbolo della continuità. La il vecchio oggetto era spesso un pezzo di pizzo o la sciarpa della nonna o un antico gioiello. Qualcosa di nuovo significa speranza per il futuro, e può essere qualsiasi cosa, da un capo di abbigliamento a un braccialetto e via discorrendo. Qualcosa di prestato è il simbolo di felicità futura ed è spesso fornita da un amico felicemente sposato della sposa. E, infine, qualcosa di blu. Nei tempi antichi il blu era il colore della purezza e spesso sia la sposa, che lo sposo, indossavano una fascia di stoffa blu intorno alla parte inferiore del loro abito nuziale. 
  5. Agli antichi cavalieri, invece dobbiamo, la tradizione legata al singolo fiore portato all’occhiello dello sposo. Era, infatti, consuetudine per un cavaliere, indossare un fiore o un fazzoletto colorato che appartenevano alla loro amata dama, quando dovevano partecipare ad un torneo. La tradizione poi si è evoluta e lo sposo indossa un fiore dal bouquet della sposa. 
  6. L’abito da sposa bianco, invece, non era un simbolo di purezza, ma piuttosto un simbolo di gioia. Che matrimonio sarebbe senza l’abito da sposa bianco? Prima del sedicesimo secolo, tuttavia, questa diffusissima tradizione dell’Europa Occidentale non era di uso comune. Almeno fino Ann di Bretagna, che nel 1499, con il suo popolarissimo abito da sposa bianco, diede origine a questa tradizione. 
  7. E infine è arrivato il momento per lo sposo di portare in braccio la sua nuova sposa oltre la soglia di casa. Questa tradizione, nasce da due superstizioni: la prima era che se la sposa fosse inciampata nel suo vestito da sposa, mentre era in procinto di varcare la soglia della sua nuova casa, la Sfortuna avrebbe divorato il suo matrimonio; la seconda,  invece, era che gli spiriti maligni che abitavano sulla soglia della nuova casa sarebbero potuti entrare attraverso i piedi della sposa, e avrebbero distrutto il matrimonio della nuova coppia. In risposta a queste superstizioni, ovviamente, lo sposo doveva trasportare tra le braccia la sua dolce metà oltre la soglia di casa.

Fonte: http://www.worldweddingtraditions.com/
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Perchè il Matrimonio?, Raccolta Delle Idee, SOS Matrimonio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...